Past lives, soul path and so much more… "Water"

Continuando con il cammino dell’ acqua che viene relazionata ai sensi, alla personalità e alle emozioni, andiamo  a condividere qui il mio punto di vista riguardo l’importanza del riconoscimento di ciò  che comunemente  si conosce come sub-personalità. Quindi che cosa sono queste subpersonalità? I residui di esperienze vissute fino adora che hanno dato forma alla nostra personalità odierna attraverso appunto vari vissuti lungo il cammino dell’ anima.

Da qui condividerò  sinteticamente la mia esperienza personale con un bagaglio di ricordi  più di 20 vite passate che dal 2004 fin ad oggi mi hanno aiutato a processare cosi tanto dentro me stesso non solamente da un punto di vista di risoluzione psicoterapeutica ma anche di presa di coscienza.

Premetto che in passato non ho mai cercato di credere alle vite passate e quindi all’ incarnazione, infatti ogni volta che leggevo o ascoltavo qualcosa al riguardo il mio atteggiamento rimaneva sempre piuttosto neutro senza pregiudizi o neanche pretese di carattere estremista.

Semplicemente mi sono tornate a galla da sole dal 2003/2004 in poi insieme ad una serie continua di eventi che mi hanno confermato non solamente la loro autenticità ma anche che esse erano dei perfetti specchi appunto di quelle sub-personalità o caratteri nascosti dentro me stesso.

  

Infatti queste memorie riflettevano perfettamente degli atteggiamenti personali che una volta messi  a fuoco davano poi libero a spazio a ricordi spontanei di vite passate qui in questo pianeta e anche in altri pianeti. Ultimamente la presa di coscienza più importante è stata quella di non identificarmi con tali identità, infatti spesso ci si chiede da dove vengo? Sono nativo di questo paese o pianeta?  Vengo per caso da un altro sistema solare o galassia? Queste sono tutte domande che a secondo della presa di coscienza possono trovare delle risposte che vanno ben oltre il pensare di essere terrestri o di questo posto o di quell’altro.

Il cammino dell’ anima pu  essere spiegato solamente dal’ esperienza diretta di ritrovare attraverso i suoi frammenti di infinite vite (il tempo passato/ presente e futuro non viene visto dal’ anima nello stesso modo in cui noi lo percepiamo) quella risoluzione di appartenenza di una realtà/dimensione che solo una volta trovata potrà essere riconosciuta come tale.  

Quindi da qui il messaggio più importante da condividere è che dentro di noi ci sono infiniti aspetti o subpersonalità creati durante quelle infinite incarnazioni e che ognuna di queste rappresenta un indizio da seguire.

Questi indizi sono dei cosiddetti time-cross messages che si attivano appunto attraverso il tempo (non ha importanza quanto tempo) una volta che ci dimostriamo pronti e maturi per iniziare a guardarci dentro.

Mi piacerebbe continuare all’ infinito con questo topic ma questo è tutto il tempo che abbiamo per questo post.

Continueremo questo argomento molto amplio e interessante delle vite passate descrivendo anche l’importanza delle vite parallele, future e del “Mandela effect” e del perché secondo la tradizione vedica insieme ad una trentina di altre antiche tradizioni nel nostro mondo, questi anni a venire ( 5/10) sono i più importanti per poter imparare dai propri errori riconoscendoli come lezioni e potenziali evolutivi.

May your spirit be with you!